Normative caldaia a gas

I testi che definiscono la cosiddetta “normativa caldaia” sono rappresentati dal Dpr 74\2013 e dal Decreto Legislativo 192/05. Enunciano tutti gli obblighi che regolano l’installazione e la manutenzione delle caldaie, il loro isolamento termico, oltre che la certificazione energetica.

siamo quel che beviamo

Attualmente i testi che definiscono la cosiddetta “normativa caldaia” sono rappresentati dal Dpd 74\2013 e dal Decreto Legislativo 192/05. In essi sono enunciatI tutti gli obblighi che regolano l’installazione e la manutenzione delle caldaie, il loro isolamento termico, oltre che la certificazione energetica.

Il contenuto delle normative caldaie a gas

Per le caldaie autonome con impianti di potenza inferiore ai 35 kw, la normativa caldaia di riferimento per le installazioni è la UNI 10436/96, mentre per le caldaie condominiali, di potenza superiore ai 35 kw, valgono le norme UNI 10435/95. Entrambe le norme, inoltre, stabiliscono che la manutenzione va effettuata periodicamente affidandosi a tecnici qualificati.

Per quanto concerne il controllo fumi e la certificazione, si fa riferimento al Dpr 74\2013. La certificazione deve essere effettuata ogni 4 anni e le modalità di esecuzione sono state uniformate per tutte le caldaie domestiche. Sono interessate tutte le caldaie a gas di potenza compresa tra i 10 Kw/h e i 100 Kw/hProseguendo, viene indicato che sul libretto unico di impianto (libretto caldaia) sono indicati i controlli manutentivi da effettuare, in accordo con la normativa caldaia vigente. A manutenzione ultimata, il tecnico deve compilare e rilasciare l’apposito “rapporto di controllo tecnico” conformemente alla legge. Dopo la verifica dei fumi, invece, il bollino blu dovrà essere allegato al rapporto di prestazione energetica che l’utente dovrà mantenere con se.

Normative caldaie a gas: responsabilità

Il proprietario della caldaia è il responsabile dell’impianto e deve far eseguire i controlli di manutenzione secondo quanto previsto dalla legge. In caso contrario si rischiano sanzioni che vanno da 500 fino a 3.000 euro. La legge prevede inoltre la sospensione della fornitura del gas nel momento in cui l’impianto risulti non conforme alle norme oppure se il proprietario si rifiuta ripetutamente di far eseguire i controlli periodici.

Se l’immobile è in affitto, responsabile della caldaia e della sua manutenzione e regolarità sarà l’inquilino: suo dovere sarà quello far eseguire le verifiche, l’analisi fumi con rilascio del bollino blu.

Supporto a domicilio per la caldaia

Per ulteriori chiarimenti sulla normativa caldaia o per eseguire i controlli manutentivi annuali potete rivolgervi al nostro staff tecnico. I nostri tecnici installatori e manutentori possono risolvere ogni problematica relativa alla vostra caldaia di casa ed eseguire i controlli manutentivi e la pulizia della caldaia in conformità alle norme vigenti.

Richiedere il nostro intervento tecnico è semplice: basta una chiamata al nostro numero verde o la compilazione dell’apposito modulo nella pagina contatti. I nostri tecnici interverranno al vostro domicilio entro 48 ore dalla vostra richiesta di intervento.

Potrebbero esserti utili anche:

Menu