Il controllo dei fumi della caldaia

Un regolare e adeguato controllo dei fumi è quindi sinonimo di sicurezza per voi e per l’ambiente, ma anche di risparmio energetico e quindi in bolletta. Inoltre, il controllo dei fumi è obbligatorio

controllo fumi caldaia

Il controllo dei fumi di combustione della vostra caldaia è di fondamentale importanza non solo per tenere sotto controllo il livello di inquinamento atmosferico della caldaia, ma soprattutto per il suo rendimento energetico. Un regolare e adeguato controllo dei fumi è quindi sinonimo di sicurezza per voi e per l’ambiente, ma anche di risparmio energetico e quindi in bolletta. Inoltre, il controllo dei fumi è obbligatorio per legge

Controllo Fumi caldaia: tutto, in breve

Vediamo insieme in cosa consiste il controllo dei fumi della caldaia, da chi deve essere effettuato e con quale frequenza.
Durante il controllo dei fumi di combustione della caldaia il tecnico incaricato effettua la misurazione dei valori dei gas presenti nella combustione, tra cui il famigerato monossido di carbonio, che può essere molto pericoloso.

Viene impiegato uno strumento certificato che rileva la quantità di sostanze inquinanti: se queste sono entro i limiti di legge può anche essere rilasciato il rapporto di rendimento energetico insieme al bollino blu, obbligatorio a Roma.

Norme sul Controllo Fumi Caldaia

Il decreto legislativo 192/2005 ha disciplinato per anni i tempi e le modalità di verifica degli impianti, tra cui anche il controllo dei fumi della caldaia. Le operazioni di controllo devono essere eseguite in conformità alle istruzioni rilasciate dal fabbricanti ai sensi della normativa vigente. Ma oggi, e dal Luglio 2013, è in vigore il DPR 74/2013 che ha uniformato i tempi per il controllo delle caldaie e per il rilascio del bollino blu. Il testo, infatti, dice che tutte le caldaie di potenza compresa tra i 10 Kwh e i 100Kwh devono essere analizzate ed essere certificate con bollino blu ogni 4 anni. Il controllo fumi caldaia, quindi, ora deve essere eseguito ogni 4 anni per tutte le caldaie domestiche.

Eccezione viene fatta per le caldaie che bruciano combustibile liquido o solido e per quelle di potenza superiore ai 100 Kw che devono essere certificate ogni anno.

I risultati misurati durante il controllo dei fumi della caldaia vanno riportati dal tecnico sul libretto dell’impianto. Al termine dell’analisi dei fumi di combustione il manutentore autorizzato rilascia relativo bollino (in genere verde, blu per i residenti sul territorio della città di Roma).

Per garantire la sicurezza della vostra caldaia, vi ricordiamo che è essenziale che le operazioni di controllo dei fumi e manutenzione vengano eseguite secondo i criteri stabiliti per legge ed esclusivamente da parte di operatori abilitati. Il nostro servizio di pronto intervento e assistenza tecnica per caldaie effettua anche il controllo dei fumi della vostra caldaia. Per richiedere il nostro intervento basta contattarci tramite questo sito o chiamare il nostro numero verde.

Potrebbero esserti utili anche:

Menu